PRENOTA CHIAMACI

LA PULIZIA DELLE PROTESI DENTARIE MOBILI

Protesi mobili, quante tipologie esistono? Quali sono le indicazioni di igiene adatte per prendersene cura?
Tanti pazienti sono portatori di dentiera soltanto superiore o inferiore, che hanno, nell'altra arcata, ancora una parte della dentatura naturale. Altri possiedono protesi con ganci dette anche "scheletrati", oppure le più moderne protesi mobili di ultima generazione su impianti dentali denominate "overdenture".

È facile comprendere che mantenere bassa la carica batterica del cavo orale, è fondamentale per preservare, oltre ai dispositivi mobili, la salute dei denti e degli impianti presenti. Inoltre, è bene sapere che la placca è in grado di depositarsi anche sugli apparecchi, che siano essi soltanto di resina o uniti a leghe metalliche (come nel caso degli scheletrati o delle protesi a supporto implantare). La placca batterica, se non viene tolta, si calcifica andando a formare incrostazioni di tartaro difficili da rimuovere.

COME PULIRE LA PROTESI DENTALE MOBILE?


Nella normale igiene quotidiana, sarebbe buona norma evitare di utilizzare dentifrici abrasivi, che potrebbero creare dei micrograffi sulla dentiera, rendendola ruvida e, di conseguenza, più facilmente attaccabile dalla placca batterica.
È molto importante avere cura di spazzolare quotidianamente i dispositivi mobili orali, per impedire alla placca di calcificarsi, fino a formare uno strato duro, il tartaro, piuttosto difficile da rimuovere in autonomia.

"Come pulire la protesi in modo naturale?"

Per la pulizia quotidiana della protesi consigliamo l'impiego di dentifrici molto delicati o, meglio ancora, di un sapone neutro. L'efficacia migliore la troviamo dall'utilizzo di sapone di Marsiglia o comune detersivo per piatti.

"Come sbiancare la dentiera ingiallita?"

È sconsigliata l'immersione, soprattutto per tempi prolungati, della protesi in amuchina o ipoclorito di sodio (candeggina), sostanze che potrebbero sbiancare irrimediabilmente le parti di resina di colore rosa che forma gengiva artificiale.

"Come disinfettare la dentiera?"

Oltre al normale spazzolino, utilizzato dopo ogni pasto, è possibile adottare alcuni accorgimenti per mantenere la dentiera pulita e igienizzata, in pochi e semplici passaggi. Le compresse effervescenti per dentiere, solubili in acqua, disponibili comunemente in farmacia e in alcuni supermercati, possono aiutare a rendere ancora più semplici le manovre di pulizia. Inoltre, hanno la capacità di sciogliere i residui di cibo anche dove le setole dello spazzolino non riescono ad arrivare, oltre a eliminare eventuali cattivi odori.

"Come usare le pastiglie per protesi mobili?"

Consigliamo di eseguire il lavaggio con la pastiglia effervescente con la frequenza di una volta al mese. Basta immergere la protesi in una soluzione a base di acqua e pastiglia per il tempo indicato sulla confezione.
In mancanza delle compresse effervescenti, un'alternativa economica può essere quella di realizzare in casa una soluzione detergente, unendo due parti di acqua tiepida e una parte di aceto bianco.
Raccomandiamo di non utilizzare mai acqua bollente mentre si effettuano le varie manovre di pulizia, per non rischiare di danneggiare la protesi dentale, in quanto costituita da un materiale non resistente alle alte temperature.

COME TOGLIERE IL TARTARO DALLE PROTESI MOBILI?


Pulire le protesi dentarie dal tartaro, quando quest'ultimo si è ormai calcificato, è un'operazione che richiede l'intervento dello specialista. Proprio come accade per i denti naturali, il tartaro, al contrario della placca, è quasi impossibile da eliminare da soli senza rischiare di fare danni.
Pertanto, anche per i portatori di protesi rimovibili, raccomandiamo visite periodiche dal proprio dentista di fiducia, senza dimenticarsi che, in presenza di denti residui o in presenza di impianti dentali, è importante anche sottoporsi a sedute di igiene professionale almeno una volta all'anno.




ULTIMI ARTICOLI

PERCHE' E' POSSIBILE DILAZIONARE UN PIANO DI TRATTAMENTO SENZA RICORRERE AL FINANZIAMENTO

IGIENE DENTALE, PERCHE' UTILIZZARE LA TECNICA "GUIDED BIOFILM THERAPY®"?

DENTI FISSI IN GIORNATA, PERCHÈ È POSSIBILE





Inmente