PRENOTA CHIAMACI

EDENTULIA, UN PROBLEMA SPESSO SOTTOVALUTATO

La mancanza di anche solo un dente è un problema più grave di quel che pensi. Non si tratta solo di un inestetismo, ma di una situazione che può degenerare. I denti, senza il sostegno del dente vicino, tendono a collassare, compromettendo la funzionalità orale.

EDENTULIA, DI COSA SI TRATTA?


L'edentulia è la condizione in cui si trova il paziente quando subisce la perdita parziale o totale dei denti. Sicuramente per chi si trova in questa condizione è necessario affidarsi alle cure di un odontoiatra di fiducia che indagherà le cause che hanno portato alla perdita di uno o più denti, con l'obiettivo primario di somministrare le cure adatte per riportare la bocca in salute. L'edentulia potrebbe essere causata da traumi, da una struttura ossea debole oppure da motivi fisiologici come le malattie parodontali. Ognuna di queste cause richiede un diverso intervento da parte del dentista. Il primo obiettivo è ristabilire l'equilibrio clinico, cioè risolvere i problemi di salute del paziente. A stretto giro segue l'esigenza di ristabilire la funzionalità, ed è su questo punto che, spesso, le scelte dei pazienti non corrispondono con le indicazioni terapeutiche del professionista.

PERCHÉ IL PAZIENTE RIMANDA IL RIPRISTINO GLI ELEMENTI DENTALI MANCANTI


Alcuni pazienti ritengono che non sia necessario provvedere con urgenza al ripristino dell'elemento dentale perso perché non hanno le conoscenze cliniche necessarie per fare una valutazione oggettiva. Per questo è bene affidarsi ad un odontoiatra di fiducia capace di guidare le persone verso scelte adeguate a proteggere la salute orale e il benessere dell'intero organismo. L'errore di valutazione deriva maggiormente da un'analisi della situazione limitata, che prende in considerazione esclusivamente l'aspetto estetico ignorando quello funzionale. Molte persone riferiscono che se a mancare è un dente posteriore, si può anche restare senza, perché tanto non si vede. Questo è un fraintendimento notevole che segna l'inizio di una serie di problemi a cascata che è bene risolvere il prima possibile.

QUALI RISCHI SI CORRONO A TRASCURARE L'EDENTULIA


Quando parliamo di edentulia ci riferiamo anche alla mancanza di un solo elemento dentale, perché se non sostituito, può causare delle conseguenze che danneggiano tutto l'apparato orale. Il motivo per cui ciò accade dipende dalla nostra conformazione anatomica. I denti mantengono la propria posizione perché le radici li tengono ancorati all'osso (mascella e mandibola). Quando manca il dente l'osso non viene più stimolato, quindi non avendo più la sua funzione da svolgere, tende a ritirarsi e a diventare sempre più sottile. Oltre a quella dell'osso, cambia anche la condizione dei denti adiacenti a quello mancante, che non avendo più il sostegno dell'elemento vicino tendono a collassare (movimento dei denti contigui). Per lo stesso motivo quello sopra al vuoto tende a scendere, questo fenomeno si chiama estrusione dell'antagonista. In altre parole il paziente si ritroverà con i denti storti, creando una malocclusione capace di avviare altri problemi, come la comparsa di tensioni articolari alla schiena e alla cervicale, difetti fonetici e problemi di digestione causati dalla cattiva masticazione. Non riabilitare una bocca edentula potrebbe, quindi, rendere necessaria una riabilitazione ortodontica per risolvere la lunga serie di problemi che abbiamo appena menzionato.

RIABILITAZIONI IMPLANTOPROTESICHE


La zona edentula tende a subire un processo di atrofia ossea. La riabilitazione implantoprotesica è una delle soluzioni possibili per compensare la mancanza del dente. Solo una valutazione in studio con i nostri odontoiatri riuscirà a stabilire se è il trattamento corretto da eseguire sul caso specifico. Qui lo scopo è puramente informativo e si riferisce a generici casi tipo. Dopo l'estrazione del dente serve un periodo fisiologico di guarigione alveolare, che in genere può durare dai 3 ai 6 mesi a seconda dei casi. Superato questo è importante procedere subito con l'inserimento dell'impianto per non rischiare di perdere i presupposti biologici per la soluzione implantoprotesica. Per l'attesa, purtroppo, si paga un "prezzo biologico" troppo alto, con la necessità di eseguire cure più complicate, lunghe e costose. Clinicamente è sconsigliato rimandare l'intervento.

VANTAGGI RIPRISTINO DENTI


Dopo la riabilitazione degli elementi dentali mancanti, la bocca ritroverà il giusto equilibrio consentendo una masticazione sana e forte. Si potrà ricominciare a mangiare di tutto, riuscendo a masticare in modo corretto. Di conseguenza, l'articolazione della mandibola riprenderà il giusto funzionamento. Inoltre, con tutti i denti presenti in bocca, diminuisce il ristagno di cibo, che è causa dell'insorgere della carie e di infezioni alle gengive e all'osso. Altro aspetto della massima importanza, si potrà sfoggiare uno splendido sorriso, sano e forte.




ULTIMI ARTICOLI

SORRIDERE SENZA IMBARAZZO, CHIEDI AL DENTISTA

PROTESI DENTALE, QUALE SCEGLIERE?

QUALE SORRISO VA DI MODA?





Inmente