PRENOTA CHIAMACI

SI PUÒ RISPARMIARE SENZA METTERE A RISCHIO LA SALUTE ORALE?

Quando hai un problema urgente ai denti non ti resta che andare dal tuo dentista di fiducia e prendere atto del preventivo. Se, invece, ti preoccupi di come risparmiare quando ancora non hai bisogno di cure dentali urgenti, puoi mettere in atto diverse strategie per spendere meno. Eccole tutte.

L'IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE


È importante ribadirlo: l'unico vero modo per risparmiare dal dentista è evitare di avere gravi problemi orali da risolvere. Andare regolarmente dal dentista per le visite di controllo serve proprio a questo: a individuare e risolvere i problemi dentali appena si presentano, prima che la situazione si complichi sia sotto l'aspetto clinico che economico.

L'ASSICURAZIONE SANITARIA


Oltre alla prevenzione, tutte le persone possono usufruire di un'assicurazione sanitaria specifica per le cure odontoiatriche. Non sta a noi decidere con che compagnia stipulare la polizza, ma vi consigliamo di valutare cosa vi propone il vostro assicuratore oppure la vostra banca. Quando avrete bisogno di cure dentali non dovrete più preoccuparvi della parcella grazie al supporto economico dell'assicurazione che coprirà parte delle spese o rimborserà quanto pagato (dipende se l'assicurazione applica il rimborso diretto o indiretto).

L'ODONTOIATRIA PUBBLICA È UNA STRADA POSSIBILE?


Sicuramente anche quando si tratta di cure dentali la sanità pubblica è più conveniente di quella privata. Peccato che il settore odontoiatrico non sia organizzato in modo da essere veramente utile. Le liste di attesa sono lunghe e questo non aiuta chi ha bisogno di un dentista per risolvere un problema dentale nell'immediato. Inoltre, il Servizio Sanitario Nazionale copre solo in minima parte le cure odontoiatriche. Per questo e molte altre complicazioni, questo servizio arriva a coprire solo l'8% dalla richiesta.

L'ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA


Cosa succede se non si riesce a evitare un intervento di cura orale importante? Per prima cosa bisogna accertarsi se in busta paga è presente una voce relativa a trattenute per fondo sanitario o cassa mutua. Questo significa che si è già titolari dell'assistenza sanitaria integrativa. I professionisti iscritti all'albo possono verificare se è prevista questa copertura informandosi direttamente presso l'ordine professionale. I pensionati possono rivolgersi alle rappresentanze di categoria per sapere se hanno diritto all'assistenza sanitaria integrativa. Si tratta, infatti, di una convenzione stabilita con il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro, soprattutto per i lavoratori dipendenti.

LA DETRAZIONE FISCALE


Non tutti sanno che si può ricorrere alla detrazione fiscale delle spese odontoiatriche. Come richiedere la detrazione? Conserva la fattura del pagamento del dentista. Quanto speso, insieme a tutti gli altri pagamenti per le spese mediche e farmaceutiche potrà essere presentato in dichiarazione dei redditi per ottenere la detrazione del 19% di quel valore dall'imposta Irpef. Parlane con il tuo commercialista oppure rivolgiti ad un CAF.

IL PAGAMENTO DILAZIONATO


Inoltre c'è la possibilità di usufruire del pagamento dilazionato, in modo da agevolare tutti i pazienti per evitare di far sentire le persone costrette a rimandare o rinunciare alle cure dentali per difficoltà economiche. Esistono servizi che permettono il dilazionamento anche senza spese e senza interessi.




ULTIMI ARTICOLI

SORRIDERE SENZA IMBARAZZO, CHIEDI AL DENTISTA

PROTESI DENTALE, QUALE SCEGLIERE?

EDENTULIA, UN PROBLEMA SPESSO SOTTOVALUTATO





Inmente